La libreria Google Fonts si arricchisce con icone open source
Come creativi, videomaker, illustratori e copywriter, hanno reso il messaggio #iorestoacasa il più incisivo possibile. Nella comunicazione informale e nel branding.
17843
post-template-default,single,single-post,postid-17843,single-format-standard,theme-bridge,bridge-core-2.6.6,woocommerce-no-js,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,hide_top_bar_on_mobile_header,columns-3,qode-theme-ver-25.1,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-6.6.0,vc_responsive
 

La libreria Google Fonts si arricchisce con icone open source

La libreria Google Fonts si arricchisce con icone open source

Google Fonts, la famosa libreria di caratteri tipografici open source, è stata aggiornata qualche giorno fa con un’importante novità: l’introduzione delle icone.

Una raccolta composta da oltre 2.000 icone diponibili in 5 differenti stili: pieno, delineato, arrotondato, doppia tinta e nitido. Una manna per i designer che usano arricchire i propri progetti editoriali, web e video con iconografie ed elementi grafici.

 

 

È possibile scaricare l’intero set oppure selezionare icone singole, nei formati svg e png. Nel caso invece di utilizzo nei siti web è diponibile l’embedding come icon font.

Questa è la nota pubblicata nel comunicato stampa:

“Crediamo che tutti dovrebbero avere accesso a risorse di progettazione di qualità, quindi il set di icone Material Design diventa open source e disponibile con la licenza Apache 2.0. In futuro, stiamo anche pianificando di aggiungere a Google Fonts altri set di icone open source.”

Il nuovo logo

L’introduzione delle icone è stata anche l’occasione per un restyling del logo Google Fonts. Si passa dal vecchio monogramma ad una saggia combinazione di font e icone. La palette di colori è quella ormai tradizionale del colosso di Mountain View.

Nuovo logo Google Fonts
Nuovo logo Google Fonts: prima e dopo

Speriamo abbiate trovato interessante questo articolo. Se volete lasciarci un commento potete farlo qui sotto.  A presto!

Roberto Pilo
[email protected]
Nessun Commento

Dicci la tua opinione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.